Lucia D’errico

Moda? Proposta sfiziosa per enoturisti poco interessati alla campagna? Secondo i fondatori della Urban Vineyards Association – la rete internazionale nata per mettere in sinergia il lavoro di questi particolari vignaioli che, all’ombra di palazzi e monumenti, coltivano uve intrise di storia e bellezza – si tratta invece di tutelare il patrimonio storico, enoico e paesaggistico rappresentato dalle vigne situate all’interno dei centri abitati.

L’idea è nata a Torino, dove la Vitivinicola Balbiano è stata incaricata dalla Soprintendenza di ripristinare la vigna progettata dal principe Maurizio di Savoia all’inizio del Seicento all’interno della tenuta sabauda Villa della Regina (dal 1997 sotto tutela Unesco). Nel 2011 il vigneto è stato reintrodotto nell’area Doc del Freisa di Chieri e oggi produce un Freisa che porta il nome della dimora storica.